Sei l visitatore n.

Nella piazza di Turbone una antica osteria ripropone il fascino dei tempi passati con una cucina "fatta a mano" di tradizionali piatti toscani. Fra le svariate specialità: gli affettati, i bucatini all'amatriciana, la "disgraziata" (pomodoro, peperoncino, basilico), baccalà, stoccafisso, fagioli all'uccelletto, bistecca alla fiorentina, cantuccini col vin santo. Molti anni fa si fermavano i cavalli, oggi i cavalieri del "buon gusto".

Il piacere di scoprire o riscoprire, una locanda, un'osteria, dove si può mangiare e bere alla toscana, con sapori genuini.
Il piacere di arrivare in un luogo dimenticato, dove si può ascoltare il silenzio. Il piacere di ascoltare racconti e leggende da donne e uomini antichi.
Tra le più famose osterie della zona va inserita quella del Turbone, frazione di Montelupo Fiorentino.
Ancora il banco di marmo, giudice della moneta falsa, con il legno autentico levigato da generazioni di clienti del "gobbino" il classico bicchiere da mescita.

Dal soffitto una cucagna di prosciutti autentici che danno l'aroma a tutto il local e sono garanzia di autenticità fatta a mano, come il taglio che l'oste porta avanti con la delicatezza e l'esperienza di un violinista.
Da più di 75 anni è la sentinella gastronomica delle antiche tradizioni toscane, posto nevralgico nel passato per il cambio dei cavalli e per le tavolate da far invidia alla vendemmia.
La prima stanza è vivacemente affrescata dal pittore ceramista Pier Giovanni Staderini che si è ispirato appunto alla vendemmia ed ai suoio "succhi".

© 1999 Of Nelson
Tutti i diritti Riservati

avanti